Il grande edificio conosciuto come l'Odeon di Pericle che servì ai concorsi di musica ed all'allenamento dei cori tragici e comici, incendiato durante l'assedio di Silla (86 a.C.), venne ricostruito da Ariobarzane ( 30 ). Non si ha ancora completamente scavato questo Odeon ed i pezzi architettonici che ne provengono sono pochissimi. Uno degli angoli dell'edificio era incastrato nel teatro di Dioniso.
























Una veduta dall'alto dell'Odeon di Pericle dimostra ancora meglio l'importanza di questo edificio, che era, se si fa astrazione dalla superficie dei teatri a causa delle gradinate, il più grande edificio dell'Acropoli.