Quando si parla dei monumenti famosi dell'Acropoli, a parte il Partenone, si menziona dapprima l'Odeon di Erode Attico (16). Ce financier fabuleux Questo finanziario fabuloso fece tagliare questo teatro nella roccia nel 160 d.C. Si poteva sistemarci 5000 spettatori. Secondo il metodo Greco, la cavea ( le gradinate ) viene scavata sul fianco del scoglio e protetta da un sostegno esterno per metterla al riparo delle frane. In basso delle gradinate si trovava l'orchestra di forma semicircolare ed infine la logeion oppure scena.

















Nel modello, l'Odeon appare così come è oggi e non in una ricostruzione ricostruzione come gli altri edifice. Questo anacronismo mi permette di mostrarvi uno dei siti più splendidi e meglio conservati dell'Acropoli.



























Questa veduta vi permette di vedere tutte le infrastutture intatte, come l'insieme delle gradinate, che ancora oggi vengono utilizzate per concerti e serate di festival. La grandezza e la bellezza di questo teatro, che il tempo non è mai riuscito a fare sparire, contribuiscono ancora oggi a sostenere le arti.













Questa immagine permette di capire meglio come l'Odeon di Erode Attico è situato sul fianco dell'Acropoli secondo la tradizione greca.

















Una veduta ravvicinata del portico del Propilone nel centro dell’immagine (16a) e dell'accesso all'auditorio a destra.