Babilonia oppure ‘Porta di Dio’, è proprio l’entrata della città. L’entrata reale, quella di Ishtar, la porta che attraversa, come il sangue un corpo vivo, il Viale delle Processioni. La porta azzura di Ishtar, che era l’entrata principale di Babilonia, presentava lo spettacolo impressionante della forza e della grandezza.























La porta di Ishtar è anche un doppio portale costituendo un passaggio protetto, organicamente collegato ai due recinti difensivi. La faccia esterna è fiancheggiata di torri quadrate merlate a pettine. La superficie esterna del portale è rivestita di ceramiche azzure. Sulla decorazione di mattonelle smaltate si vede un bestiario favoloso la dove si allineano 575 animali su 13 registri sovrapposti. Sono draghi che si alternano con tori. Tal’è la leggendaria porta di Ishtar.















La porta di Ishtar vista dall’alto.




























Una veduta più allontana dove si indovina il posto strategico della porta di Ishtar. Non soltanto era una porta fortezza imponente, ma dava ai visitatori un’impressione di maesta, mentre a due passi si trovano i Giardini Pensili ed il Palazzo reale. Nello sfondo si indovina il grande Viale processionale.
































Il grande Viale processionale attraversa Babilonia. In alto dell’immagine si vede la porta di Ishtar.




























Vista da più vicino, la porta di Ishtar fa risaltare ancora di più il doppio portale e l’insieme della fortificazione.